Tu sei qui: Home / Notizie / Evidenza / RIAPERTURA GRADUALE DELLE VISITE AGLI OSPITI DELLE CASE RESIDENZA ANZIANI

RIAPERTURA GRADUALE DELLE VISITE AGLI OSPITI DELLE CASE RESIDENZA ANZIANI

Ad oltre 3 mesi di distanza dal momento in cui ogni accesso alle Case residenza anziani è stato sospeso al fine di preservare la salute degli ospiti dall'incombere del Covid-19, con piacere si rende noto che è stata emanata l'ordinanza regionale n. 109/2020 che prevede una graduale riapertura delle visite.
Il grande sacrificio chiesto sia agli ospiti che ai loro familiari  ha portato i suoi frutti perchè le nostre strutture non hanno registrato alcun caso di contagio nè tra gli anziani  nè tra gli operatori.
Dobbiamo continuare su questa strada, per cui anche la graduale riapertura delle visite prevista dalla Regione sarà organizzata e svolta con la massima attenzione.

Si riepilogano di seguito i punti cardine dalle indicazioni regionali che verranno ripresi nella procedura aziendale:

- visite su appuntamento previo screenig telefonico che escluda la presenza di livelli di rischio

- condivisione del patto di corresponsabilità

- triage al momento dell'accesso alla struttura, con misurazione della temperature e  compilazione di una autocertificazione sulle condizioni di salute

- durata della vista, da svolgersi preferibilmente all'esterno o in spazi interni dedicati,  contenuta in 30 minuti

- supervisione della visita da parte di un operatore

In queste ora i coordinatori stanno predisponendo la procedura richiesta dall'ordinanza regionale, che verrà sottoposta all'Ausl e agli Amministratori per una loro condivisione quale ulteriore elemento di garanzia.

Si sta, inoltre, procedendo a contattare i famigliari per informarli della ripresa delle visite e concordare le modalità di effettuazione, certi di trovare la comprensione e la collaborazione di tutti per gestire al meglio anche questa nuova fase.

 

 

Qui di seguito riportiamo un messaggio pervenuto alla coordinatrice della CRA Medicina da parte di un parente, che dopo il lungo periodo di chiusura della struttura, è finalmente potuto tornare a fare visita alla moglie:

 "... ieri abbiamo finalmente avuto il primo incontro protetto. FINALMENTE.

La prima reazione che ho avuto è stata un senso di gratitudine che mi ha pervaso nei confronti di chi ha permesso di arrivare a questa importante tappa, anche se, me ne rendo conto, non può essere considerata un traguardo definitivo.Ne siamo consapevoli ma sappiamo che siamo in buone mani perché di voi ci fidiamo. Non ci rimane che ringraziare con Lei tutto il suo meraviglioso staff,  dal primo all'ultimo OPERATORE.

Porti il nostro ringraziamento anche ai Dirigenti ASP Imola che, immagino, hanno fattivamente collaborato con Lei. GRAZIE"

Un altro messaggio pervenuto alla coordinatrice delle CRA Cassiano Tozzoli da parte di un parente:
"...ho rivisto questa mattina, dopo diversi mesi, mia moglie, grazie alle nuove disposizioni in merito al Covid-19 ed alla preziosa disponibilità del personale in servizio. Ero molto perplesso circa l'esito dell'incontro, conoscendo la patologia di mia moglie ed i miei sentimenti in merito. Ora sono molto più tranquillo grazie all'incontro ed alla constatazione della sua serenità, già peraltro rilevata attraverso il fondamentale e costante impegno relazionale degli operatori che ci hanno sempre tenuti aggiornati a voce e con immagini. Certo, la malattia ha fatto il suo corso... ma ciò non scalfisce la sensazione positiva rilevata.
In quei pochi minuti di presenza, ho rivisto mentalmente i pesanti sacrifici che responsabili e operatori hanno dovuto affrontare dall'inizio dell'emergenza: doppio impegno fisico, senza il minimo supporto dei familiari dei degenti; ma soprattutto uno stressante impegno mentale e morale, costantemente minacciato dal timore di possibili eventi negativi.
Ora che la situazione sembra evolvere in meglio, mi auguro che anche voi riacquistiate maggiore serenità e possiate ricevere quelle gratificazioni che meritate, come i miei sentimenti di sincera gratitudine, traducibili simbolicamente in un FORTE E AFFETTUOSO ABBRACCIO..."
ultima modifica 24/06/2020 18:02
Valuta questo sito