Tu sei qui: Home / Minori / Servizi residenziali / Accoglienza in comunità

Accoglienza in comunità

minori_comunità.JPG

Modalità d'accesso

Si accede al servizio tramite lo Sportello Sociale di Imola per fissare appuntamento per primo colloquio informativo con Assistente sociale dell'equipe

Responsabile del servizio

Responsabile Area Servizio Sociale

Normativa di riferimento

Art 403 Codice Civile - Legge 4 maggio 1983, n 184

Link utili

http://sociale.regione.emilia-romagna.it/guida/infanzia-adolescenza

L’inserimento di un bambino o di un ragazzo in comunità è attuato dal Servizio Sociale nei seguenti casi: in esecuzione di un provvedimento del Tribunale per i Minorenni di collocamento extra-familiare, quando la situazione familiare risulta altamente pregiudizievole per la crescita del minore e non sia possibile un affidamento familiare; in applicazione dell’art. 403 del Codice Civile (allontanamento urgente); a seguito di progetto condiviso fra i genitori e il servizio sociale.

L’accoglienza in comunità di un minorenne persegue gli obiettivi di assicurare al bambino/ragazzo un contesto di accoglienza di tipo familiare attraverso relazioni affettive personalizzate, serene, rassicuranti e tutelanti, attraverso momenti di condivisione della quotidianità capaci di orientare in senso educativo ogni suo aspetto; rinforzare e integrare i ruoli genitoriali temporaneamente indeboliti o compromessi da difficoltà familiari, attraverso azioni e presenze che promuovano il superamento di situazioni di abbandono e di privazione e dove possibile, supportare il nucleo familiare per la riappropriazione delle funzioni educative genitoriali, con il rientro del minore in famiglia.

ultima modifica 11/04/2018 11:30
Valuta questo sito