Tu sei qui: Home / Minori / Servizi residenziali / Affido

Affido

minori1

Responsabile del servizio

Responsabile Area Servizio Sociale

Normativa di riferimento

Legge 4 maggio 1983, n 184, (modificata dalla legge 28 marzo 2001, n 149); (direttiva in materia di affidamento familiare, accoglienza in comunità e sostegno alle responsabilità familiari). Integrata alla delibera di Giunta Regionale 1102/14

Link utili

L'affidamento familiare è un intervento temporaneo di aiuto e di sostegno a bambini e ragazzi che provengono da famiglie in difficoltà.
Attraverso l'affidamento il minore viene accolto in una famiglia che si impegna ad assicurare un'adeguata risposta ai suoi bisogni affettivi, di cura ed educativi.
L’affido familiare si rivolge a bambini e ragazzi fino alla maggiore età, italiani o stranieri.
L’accoglienza prestata con l’affido può essere di vario tipo: dal sostegno alla famiglia naturale mediante l’ospitalità del minore per un numero limitato di ore o di giorni alla settimana, come integrazione e supporto di limitate risorse parentali, fino all'inserimento del bambino nel proprio nucleo a tempo pieno per un periodo di tempo.

Chiunque può offrire la propria disponibilità senza limiti di età . Può accogliere un bambino in affido una coppia sia sposata che convivente, con figli o senza, un single, un familiare entro il quarto grado. Per diventare affidatario occorre frequentare un corso formativo-informativo sull’affido e successivamente un percorso di conoscenza e approfondimento personale e/o di coppia. Per informazioni contattare: Asp Circondario Imolese sede di Imola 0542606711 - sede di Castel San Pietro Terme 0516955331 - sede di Medicina 0516973900 o via mail equipe.affido@aspcircondarioimolese.bo.it

ultima modifica 31/08/2018 13:22
Valuta questo sito