Tu sei qui: Home / Disabili / Servizi Residenziali / Condominio del Buon Vicinato

Condominio del Buon Vicinato

Responsabile del servizio

Coordinatore  Responsabile del Servizio/ Struttura

Normativa di riferimento

L’anziano (o adulto) ospite del Condominio è tenuto a compartecipare ai costi del servizio in  base alle proprie condizioni economiche determinate tenendo conto dell’ISEE.

Link utili

regolamento Asp

 

Il Condominio del Buon Vicinato è formato da alloggi indipendenti situati in un unico stabile.
Tutti gli alloggi sono gestiti dall’ASP e sono destinati ad anziani che per particolari condizioni psico-fisiche o socio-relazionali manifestano un bisogno abitativo e un livello moderato o lieve di assistenza e protezione sociale.
Il condominio risponde  alla finalità di ridurre o ritardare e, ove possibile, evitare il ricovero in struttura protetta, nei casi in cui l’ambiente familiare si presenta  assente, inadeguato o impossibilitato a provvedere ai bisogni dell’anziano. La gestione del condominio persegue  il principio di promuovere e sostenere la massima autogestione degli ospiti e favorire la vita indipendente.

Il cittadino interessato all’ingresso nel Condominio del Buon Vicinato si rivolge allo Sportello Sociale dove riceve le informazioni necessarie  e viene messo in contatto, previo appuntamento, con l’Assistente sociale responsabile del caso.
La valutazione  del caso utile ai fini della proposta di inserimento viene effettuata congiuntamente dall’equipe del Servizio che valuta i seguenti elementi:  il grado di autonomia, il disagio familiare, la condizione sociale e abitativa, il fabbisogno di assistenza, la compatibilità di convivenza, la disponibilità di posti per l’ammissione

i destinatari del servizio sono tenuti a compartecipare ai costi del servizio in  base alle proprie condizioni economiche determinate tenendo conto dell’ISEE.

ultima modifica 12/04/2018 10:25
Valuta questo sito