Logo ASP


 
CRA Cassiano Tozzoli

CRA Medicina

CRA Fiorella Baroncini

CD Cassiano Tozzoli
Home Chi Siamo Guida agli Uffici Accesso ai Servizi I Servizi Sociali Strutture Accr. per Anziani Trasparenza Albo Pretorio Sostenere l'ASP Collabora con Noi Note Legali Contatti

 

 

Strutture Accreditate per Anziani

Area Servizi Socio Sanitari Accreditati


Fanno capo a quest’area le strutture accreditate per Anziani gestite direttamente dall’Asp che sono:

oltre al centro di animazione sociale “A m’arcord” ubicato a Imola in via Montericco 1.

L’area è diretta da un Responsabile che è stato individuato nella sig.ra Loredana Sonja Benvenuti che ha il compito di sovrintendere alla buona gestione delle strutture che deve svolgersi secondo criteri di omogeneità pur nel rispetto delle caratteristiche proprie di ogni servizio declinate nei contratti di servizio stipulati con il soggetto territoriale competente sull’accreditamento (SIC) e con l’Ausl di Imola. In particolare svolge le seguenti funzioni:

  • supportare il Consiglio di Amministrazione e la Direzione nella formulazione delle politiche di gestione dei servizi socio sanitari accreditati;
  • curare i rapporti con gli Amministratori e con i portatori di interesse, assicurando coerenza tra le loro esigenze e l’azione del Servizio, ricercando l’equilibrio e la mediazione necessaria fra le eventuali istanze contrapposte;
  • assicurare la funzionalità dell’Area attraverso la pianificazione strategica ed operativa del servizio e la gestione della comunicazione interna ed esterna;
  • partecipare alla costruzione del budget aziendale ed all’individuazione degli obiettivi aziendali
  • fornire evidenza della qualità del servizio, garantendo la documentazione e la raccolta sistematica di informazioni sul funzionamento dei servizi accreditati e sulle loro performance e gradimento, sui dati di attività;
  • coordina i rapporti con i fornitori di servizi i trasversali all'Area;
  • promuove l’attività formativa diretta al personale dell’Area in ottemperanza alle prescrizioni regionali in materia.

L’attività socio sanitaria assicurata all’interno delle strutture è garantita da operatori qualificati in possesso dei profili previsti dalle disposizioni regionali in materia.

Ogni struttura ha a capo un Coordinatore che si avvale della collaborazione di uno o più Responsabili delle attività assistenziali (RAA) di cui di seguito si declinano i principali ruoli e compiti.

Attività del Coordinatore responsabile

  • Coordina processi e procedure generali del servizio in una logica di insieme, assicura in particolare il governo complessivo, la qualità del percorso assistenziale e una gestione efficiente dei servizi generali;
  • Elabora cambiamenti organizzativi e di gestione delle risorse e delle attività, atte a garantire risposte coerenti con l'evoluzione dei bisogni dell'utenza e in grado di migliorare il livello di efficienza ed efficacia del funzionamento del servizio;
  • Assicura la redazione e revisione di documenti, procedure, istruzioni operative relative al miglioramento della qualità dell'assistenza;
  • Propone l'acquisto di strumenti e ausili tecnici utili allo sviluppo della qualità e dell'efficienza delle prestazioni della struttura;
  • Concorre all’elaborazione del budget di struttura in collaborazione con il Responsabile del Settore Amministrativo e Finanziario e gli uffici amministrativi preposti;
  • Assicura l'integrazione fra le varie figure professionali della struttura attraverso programmi integrati, riunioni, lavori di gruppo e momenti di formazione;
  • Indirizza e coordina il personale di riferimento e ne valuta le prestazioni sulla base dei risultati prodotti e delle capacità professionali espresse;
  • Condivide con gli operatori ai diversi livelli l'individuazione di soluzioni migliorative delle prestazioni all'utenza;
  • Gestisce le relazioni con il personale della struttura in particolare per quanto concerne i meccanismi di incentivazione e sanzione;
  • Promuove atteggiamenti e comportamenti professionali;
  • Elabora gli obiettivi di produttività del personale afferente;
  • Interviene direttamente concordando con le varie figure professionali interessate, azioni correttive, a fronte di scostamenti fra obiettivi previsti e risultati ottenuti;
  • Assicura lo sviluppo professionale del personale proponendo interventi di addestramento, aggiornamento e formazione. In particolare garantisce la rilevazione dei bisogni formativi del personale di riferimento;
  • Individua standard di riferimento complessivi e di singola attività;
  • Verifica le prestazioni globali della struttura sulla base dei risultati prodotti;
  • Assicura il rispetto dei parametri di qualità definiti;
  • Sovraintende al corretto utilizzo della cartella socio sanitaria informatica anche in funzione della elaborazione degli indicatori di qualità individuati dalla regione e a livello aziendale
  • Garantisce l'erogazione dei flussi informativi (FAR, movimento ospiti, ecc.);
  • Intrattiene relazioni positive e collabora con i diversi soggetti interni ed esterni coinvolti nella vita del servizio (utenti, famiglie, operatori, committenti, volontari, ecc.);
  • Sovraintende all’aggiornamento dei documenti sulla sicurezza delle strutture.

Rivestono il ruolo di coordinatori:

  • Maurizia Baraccani per CRA Fiorella Baroncini;
  • Loredana Sonja Benvenuti per CRA Medicina e Centro A m’arcord;
  • Raffaella Pasquali per CRA e Centro diurno anziani Cassiano Tozzoli.


Attività del Responsabile Attività Assistenziali - RAA

  • Assicura la raccolta e la tenuta di tutti i dati e le informazioni socio assistenziali; relative al nucleo e ai singoli anziani. Ne garantisce la diffusione mirata, al fine di realizzare una gestione consapevole;
  • Indirizza, coordina e controlla le attività del nucleo;
  • Favorisce l'integrazione fra le varie figure professionali del nucleo;
  • Attiva il flusso delle informazioni in “verticale” e in “orizzontale” sia all'interno del nucleo che fra quest'ultimo e la struttura;
  • Interviene direttamente con gli operatori del nucleo per la realizzazione di programmi definiti;
  • Assicura l'approvvigionamento dei materiali necessari al funzionamento del nucleo, fornendo gli inputs necessari agli addetti e verificando la regolare fornitura delle risorse richieste;
  • Propone modifiche dei metodi di lavoro degli operatori e ne garantisce la realizzazione;
  • Predispone e gestisce i turni di lavoro in coerenza con i criteri fissati dalla struttura
  • Garantisce, secondo prassi della struttura, l'ingresso dell'anziano;
  • Assicura l'elaborazione dei P.A.I. nei tempi stabiliti dalla struttura;
  • Indirizza, coordina e controlla gli O.S.S. del nucleo di riferimento e ne valuta le prestazioni sulla base dei risultati prodotti e delle capacità professionali espresse;
  • Segue i neoassunti e i tirocinanti al fine di impostare un efficace modello; professionale;
  • Assicura una gestione dei rapporti con familiari e volontari in linea con le politiche della struttura.

E’ poi presente un coordinatore del servizio infermieristico svolto dall’Asp con personale dipendente e libero professionale.
L’incarico è ricoperto da Silvia Cornazzani.

Attività del coordinatore Infermieristico

  • Garantisce le condizioni organizzative generali per un buon espletamento della funzione assistenziale all’interno delle Case Residenza Anziani;
  • Programma, organizza, gestisce e valuta l’articolazione dei turni di servizio del personale assegnato in coerenza con le attività e nel rispetto del parametro assistenziale assegnato;
  • Gestisce le risorse professionali, promuovendone e valorizzandone il ruolo;
  • Programma, organizza, gestisce e valuta i piani assistenziali in relazione agli obiettivi definiti e alle risorse assegnate;
  • Partecipa alla predisposizione, adozione e revisione di strumenti di lavoro interdisciplinari;
  • Monitora e verifica la qualità dell’assistenza attraverso la raccolta dati di tipo qualitativo/quantitativo
  • Promuove piani di miglioramento in relazione agli standard rilevati;
  • Valuta i processi assistenziali e i risultati;
  • Indirizza e coordina il personale di riferimento e ne valuta le prestazioni sulla base dei risultati prodotti e delle capacità professionali espresse;
  • Collabora alla verifica del rispetto della normativa sulla tutela della salute dei lavoratori e della sicurezza dell’ambiente;
  • Programma, organizza, gestisce il fabbisogno in ordine di approvvigionamenti di materiali e servizi, rifornimenti di farmaci, presidi; assicura il controllo e la manutenzione delle apparecchiature;
  • Programma, organizza, favorisce l’attività di formazione permanente e di aggiornamento specifico
  • Presidia i processi comunicativi interni ed esterni;
  • Collabora alla programmazione e discussione del budget per la gestione delle risorse umane e materiali per quanto di competenza;
  • Gestisce le relazioni con i servizi trasversali dell’Azienda USL;
  • Monitora l’adeguatezza del sistema informativo e sviluppa strumenti informativi a supporto delle attività;
  • Assicura il debito informativo verso la Regione e l’Ausl per la parte di competenza;
  • Coordina, gestisce e valuta le attività di tirocinio degli studenti del corso di laurea infermieristica in collaborazione con lo Staff Formazione dell’Azienda USL.

 

Read more